Liber B vel Magi

Stampa PDF

Liber B

vel Magi

sub figurâ I


Nota Introduttiva

Questo è un resoconto del Grado di Magus, il grado più alto che sia possibile manifestare in qualunque modo. O così viene detto dai Maestri del Tempio.

Il Libro del Magus.

Questo è uno scritto ispirato. Descrive le condizioni di quel Grado esaltato. "A quel tempo non credevo proprio che avrei dovuto raggiungerlo; infatti lo pensavo completamente oltre ogni possibilità. Questo Libro mi fu affidato affinché potessi evitare errori quando per me sarebbe venuto il tempo di diventare un Magus". È impossibile dare una qualunque idea del terrore e della sublimità di questo libro, mentre l'accuratezza delle sue predizioni e delle sue descrizioni dello stato d'essere, a quel tempo totalmente oltre la mia immaginazione di concepire, lo rende un documento veramente straordinario.

I  è il numero del Magus nei Tarocchi.



 

00. Uno è il Magus; due le Sue forze; quattro le Suearmi. Questi sono i Sette Spiriti dell'Iniquità; i sette avvoltoi del male. Quindi l'arte e la forza del Magus non sono che incantesimo. Come distruggerà Se stesso?

0. Tuttavia il Magus ha potere sulla Madre, sia direttamente, sia attraverso l'Amore. E il Magus è Amore, e unisce Questo e Quello nella Sua Evocazione.

1. In principio il Magus dice la Verità, e manda l'Illusione e la Falsità a render schiava l'anima. Eppure in ciò sta il Mistero della Redenzione.

2. Con la Sua Saggezza Egli fece i Mondi; la Parola che è Dio non è altro che Lui.

3. Come allora Egli concluderà la Sua Parola con il Silenzio? Perché Egli è la Parola.

4. Egli è il Primo e l'Ultimo. Come cesserà Egli di enumerare Se stesso?

5. Questo scritto è reso noto da un Magus attraverso la mente di un Magister. L'uno proferisce chiaramente, e l'altro comprende. Tuttavia la Parola è falsità, e la Comprensione è tenebra. E questa sentenza è di Tutta Verità.

6. Ciò nonostante è scritto; perché vi sono epoche di tenebra, e questo è come una lampada in esse.

7. Con la Bacchetta Egli crea.

8. Con la Coppa Egli preserva.

9. Con la Daga Egli distrugge.

10. Con il Denaro Egli redime.

11. Le Sue armi completano la ruota; e su quale Asse quella giri, a Lui non è noto.

12. A tutte queste azioni Egli deve porre termine prima che la maledizione del Suo Grado sia sollevata da Lui. Prima che Egli raggiunga Ciò che esiste senza Forma.

13. E se in questo tempo Egli è manifestato sulla Terra come Uomo, e perciò esiste questo presente scritto, che sia questo il Suo Metodo, affinché la maledizione del Suo grado e il fardello del Suo conseguimento siano sollevati da Lui.

14. Che egli si guardi dall'astenersi dall'azione. Perché la maledizione del Suo grado è che Egli deve dire la Verità, perché la Falsità riguardo a ciò può rendere schiave le anime degli uomini. La proferisca allora senza Paura, affinché la Legge possa essere compiuta. E in accordo alla Sua Natura Originale questa Legge sarà forgiata, così che uno possa proclamare dolcezza e pace, essendo un Induista; e un altro furore e servilismo, essendo un Ebreo; e un altro ancora ardore e virilità, essendo un Arabo. Ma questa materia tocca il mistero dell'Incarnazione, e qui non deve essere dichiarata.

15. Ora, il grado di Magister insegna il Mistero del Dolore, e il grado di Magus il Mistero del Cambiamento, e il grado di Ipsissimus il Mistero dell'Altruismo, che è anche chiamato il Mistero di Pan.

16. Che il Magus contempli poi a turno ognuno di essi, innalzandolo all'estremo potere dell'Infinito. Nel quale il Dolore è Gioia, e il Cambiamento è Stabilità, e l'Altruismo è il Sé. Perché l'azione reciproca delle parti non ha effetto sul tutto. E questa contemplazione sarà compiuta non già per mezzo della semplice meditazione — allora ancor meno per mezzo della ragione? Ma con il metodo che Gli sarà rivelato alla Sua iniziazione al Grado.

17. Seguendo tale metodo, sarà facile per Lui combinare quella trinità partendo dai suoi elementi, e inoltre combinare Sat-Chit-Ananda, e Luce, Amore, Vita, tre per tre nel nove che sono uno, e nella cui meditazione il successo sarà Ciò che Gli fu adombrato per la prima volta nel grado di Practicus (che riflette Mercurio nel mondo inferiore), nel Liber XXVII: "Qui è il Nulla nelle sue tre Forme".

18. E questa è l'Apertura del Grado di Ipsissimus, e dai Buddhisti è chiamata la trance Nerodha-Samapatti.

19. E guai, guai, guai, sì, guai, e ancora guai, guai, guai sette volte siano Suoi, se non predica la Sua legge agli uomini!

20. E guai siano anche a Lui che rifiuta la maledizione del grado di Magus, e il fardello del suo Conseguimento.

21. E nella parola CAOS sia sigillato questo Libro; sì, sia sigillato questo Libro.

| + -